• BLOG DIDATTICO DI SOSTEGNO

    Si dice di solito "nero sul bianco" per marchiare negativamente qualcuno, io invece provo a cancellare questa macchia nera cercando di trasmettere non solo risorse ma anche valori umani. Se siete perplessi non preuccupatevi è un buon segno, in quanto la perplessità è l'inizio della conoscenza...

sabato 25 maggio 2013

Capita che noi insegnanti di sostegno dobbiamo cercare di fronteggiare e contenere i comportamenti problematici dei nostri alunni.
Un metodo educativo che in qualche modo ci viene in aiuto è quello di stipulare un contratto educativo, ovviamente tutto deve procedere per gradi e per tappe!
 Bisogna spiegare e verbalizzare bene quali sono i comportamenti GIUSTI e quali sono SBAGLIATI, magari scrivendoli su una bella tabella molto chiara, con la faccina contenta e quella triste e sotto la lista (4 comportamenti per tipologia). Ogni giorno ci sara' una striscia come quelle della foto attaccata in classe o anche a casa, su una riga si fara' una faccina felice per ogni comportamento GIUSTO e una triste per ogni comportamento SBAGLIATO che si presenteranno nel corso della giornata. Se la riga delle faccine felici sara' piu' lunga di quella delle faccine tristi, si potra' ricevere un premio per esempio 5 min. in più di intervallo, fare un'attività che piace molto a lui, vedere un cartone animato tutti insieme, altrimenti no.
A posto delle faccine si possono comprare degli sticker simpatici per rendere la cosa visualmente ancora piu' accattivante.

E' una tecnica che ho provato anche io... e vi assicuro che con il tempo e con un giusto contesto metodologico e del clima della classe i risultati sono molto soddisfacenti.

mercoledì 22 maggio 2013


Vi segnalo la possibilità di visionare un elenco di strutture private e pubbliche che si occupano di DSA.

Cliccando sulla singola regione troverai l'elenco dei poli ospedalieri e delle strutture private che si occupano, ognuno nel suo ambito, di Disturbi Specifici dell'Apprendimento.

 


Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

sabato 18 maggio 2013

Programma che sostituisce la funzionalità del mouse permettendo di muovere il puntatore con il movimento della testa; funziona su PC equipaggiati con una webcam, senza altri accessori addizionali.

Programma screen reader gratuito, permette di leggere sullo schermo senza l'ausilio della vista.

Software di lettura "laringofono", pronuncia il testo evidenziato sullo schermo.

Software open source, riconosce le istruzioni di input parlate sostituendo mouse e tastiera.

Tastiera virtuale, per chi non è in grado di digitare.



Permette di controllare il computer con un sistema di "interruttori", senza usare tastiera o mouse.

Raccolta di software didattici free volta a fornire stimoli sensoriali alla persone con disabilità, anche multiple, o allo sviluppo dei prerequisiti nei bambini più piccoli.
Chi dispone di una connessione Internet può fruire della versione online, per i docenti è disponibile una guida all'uso.

Software gratuito ideato e progettato pensando alle necessità degli studenti sordi al fine di migliorare l'acquisizione delle abilità linguistiche della lingua verbale sia nella comprensione sia nella produzione. Il pacchetto è composto da una serie di software destinati all'utilizzo della Dattilologia Fonologica Bimanuale (DFB), strumento che consente di trasformare la lingua verbale italiana in elementi visibili: i 28 fonemi della lingua parlata sono convertiti in 24 cheremi (ovvero gli elementi visibili corrispondenti ai fonemi della lingua verbale) sufficienti a rendere comprensibile la lingua verbale anche a chi non sente, a chi non conosce le regole ortografiche della scrittura italiana e a chi non conosce le ambiguità delle 21 lettere dell'alfabeto.

Software gratuito per rendere maggiormente accessibili agli studenti con disabilità cognitive, sensoriali, neuromotorie e difficoltà di apprendimento, i programmi di videoscrittura e presentazione più diffusi (Microsoft Office e OpenOffice) al fine di migliorare l’autonomia nel lavoro scolastico e rendere più efficace l’azione di insegnamento dei docenti.

Raccolta di software didattico accessibile per la disabilità, sono disponibili per il download prodotti shareware, free ed open source classificabili come software didattico, sistemi autore, software per la produttività personale, ausili all'autonomia, software riabilitativi; i prodotti disponibili sono organizzati e orientati alle principali disabilità ed a tutti i livelli scolari e girano sui più diffusi sistemi operativi.
(Home Page: Aessedi)

Archivio di software didattico per l'educazione e la riabilitazione dei soggetti in difficoltà. Il software, liberamente accessibile, è organizzato e ricercabile secondo le diverse aree funzionali: gioco, grafica, prescolare, letto-scrittura, matematica, programmi di utilità.
(Provveditorato agli studi di Bologna)

Giochi educativi e riabilitativi utilizzando la webcam: è sufficiente scaricare i file disponibili sul sito dell'autore e disporre di un computer e di una qualsiasi webcam. Le attività-gioco riguardano le diverse abilità cognitive di base.

Software didattico liberamente scaricabile oltre ad attività in schede da stampare, tutto dedicato ai bambini con difficoltà di apprendimento (In lingua inglese).

Software per la rieducazione dei disturbi di attenzione e memoria visuo-spaziale e dei disturbi del linguaggio in comprensione ed espressione, indirizzato alla riabilitazione di pazienti con patologie neurologiche e/o cerebrovascolari, può essere impiegato nei casi di disturbi di comprensione ed espressione verbale, disturbi delle capacità logico-categoriali, disturbi mnesici verbali e visuospaziali, disturbi dell'attenzione sostenuta e selettiva, disturbi dell'attenzione visuospaziale. E' disponibile per il download gratuito per utenti registrati e in versione dimostrativa online.

Discriminare e riconoscere una lettera o un numero fra tanti: seleziona il simbolo di tuo interesse e stampa la scheda generata, l'attività presentata può essere utile nella dislessia per esercitare la capacità di discriminazione visiva.
(Home Page: Sen Teacher).

Online, ascolta, guarda e ripeti la sequenza di lettere proposta dal computer. Il gioco si propone di far esercitare i bambini nella discriminazione di fonemi e grafemi simili ed è in particolar modo utile nei casi di dislessia.
(Home Page: Maestra Antonella)

Software per il riconoscimento di lettere tra due/tre pattern visivi proposti. Il software può rivelarsi utile nell'approccio alla dislessia. E' disponibile un manuale.
(Freeware di Giorgio Musilli, su Didattica.org)

Discriminare grafemi simili, esercizi per il recupero nell'inversione sillabica, lettura con trainer.Attenzione: per il corretto funzionamento del programma occorre installare alcuni componenti aggiuntivi, decomprimere il file e leggere con attenzione le istruzioni d'uso contenute nel file "uso.rtf".(Freeware di Daniele Mugnaini e Ivana Sacchi/Software didattico gratuito)

Programma gratuito che si propone di migliorare la capacità del soggetto di identificare lettere e sillabe sulla base di un confronto. Questo programma, in rapporto alla dislessia, affronta il problema limitatamente alla difficoltà di decodificare ed elaborare l'informazione visiva.
(Aisi)

Programma freeware utile nella dislessia, utilizza la tecnica tachistoscopica di presentazione delle parole (le parole scompaiono dopo una soglia di tempo regolabile) per esercitare alla lettura rapida e alla scrittura di parole isolate o di semplici brani.
(Freeware di Franco Fraire/Fonte: Maestra Antonella)

Quattro programmi gratuiti per alunni dislessici, esercitano ad una sempre maggiore velocità di riconoscimento di lettere, numeri, parole ed espressioni. Si possono impostare: il tempo di risposta definito in millisecondi, la quantità di lettere, numeri o parole da esercitare per ciascuna prova e gli elementi specifici sui quali proporre un'esercitazione mirata.

Riconoscere immagini-lettere tra modelli ruotati/ribaltati: utile per la dislessia.
(Freeware di Ivana Sacchi/Software didattico gratuito)

Applicazione gratuita online per migliorare la tecnica di lettura, è sufficiente incollare un testo nella lingua preferita e impostare secondo le necessità i parametri di presentazione del testo (numero di parole visualizzate, velocità di scorrimento, colore del testo e dello sfondo, allineamento del testo...), adeguatamente impostato può essere un supporto utile nella dislessia o nelle difficoltà di lettura.

Applicazione web-based per esercitare o migliorare la tecnica di lettura, incollato nell'apposita finestra il testo di nostro interesse possiamo regolare diversi parametri di presentazione, compresa la dimensione del testo, l'interlinea, la quantità di parole, la rapidità di scorrimento sullo schermo... adeguatamente impostato può essere un supporto utile nella dislessia o nelle difficoltà di lettura.

Pacchetto software per presentazioni multimediali anche interattive; dotato di lettore vocale e di librerie interne di contenuti, può essere un valido strumento compensativo anche per alunni dislessici. Le presentazioni create con Libri Parlanti possono essere pubblicate online o inserite come lezione introduttiva nelle verifiche multimediali create con VerificheMachine (scaricabile alla stessa pagina).
E' possibile scaricare una presentazione completa del software con spunti didattici. Il software è di libero impiego per scopi didattici e non necessità di installazione, per il primo impiego è necessario richiedere la password.

Un Cd da scaricare gratuitamente, propone più di 50 programmi, classificati e documentati per una maggiore fruibilità, adatti per la didattica con bambini dislessici nella scuola primaria e dell'infanzia. I software sono stati raccolti ed archiviati con il consenso dei rispettivi autori e possono essere usati come strumenti per compensare le carenze, per intervenire con rinforzi specifici su alcune difficoltà e anche per motivare all'apprendimento e alla letto-scrittura.
(Fonte: Maestra Antonella)

Software utile per i soggetti dislessici, allena la capacità di riconoscimento veloce di sillabe, parole, numeri e l'automatizzazione delle tabelline.
(Fonte: Maestra Antonella)

Esercizi per stimolare la memoria visiva a breve per il riconoscimento di sillabe, parole, non parole e frasi. La proposta riguarda in particolare i bambini in cui sono presenti difficoltà di tipo dislessico.
(Freeware, su Irre Lombardia)

Editor di testi (.txt e .pdf) che utlizza la sintesi vocale.
(Freeware di Ivana Sacchi/Software didattico gratuito)

Raccolta di materiali e strumenti didattici utili al lavoro riabilitativo fonologico e metafonologico nella dislessia e nelle difficoltà generiche di linguaggio e di lettura.

Software gratuito per bambini da 8 a 11 anni con disturbi specifici di scrittura o che presentano difficoltà ortografiche o di decisione lessicale, propone una serie di esercizi di analisi fonologica, discriminazione visivo-lessicale e completamento di frasi con la lettera mancante, con l’obiettivo di migliorare la competenza ortografica di tutti quei bambini che necessitino di un training per migliorare tale competenza, con particolare riferimento agli errori di scambio di grafemi, di errori nei raddoppiamenti o negli accenti oppure in caso di omissione o aggiunta di lettere. Si può eseguire in modalità standard o personalizzata, per adattarlo alle esigenze di ciascuno.
(Fonte: CRED Ausilioteca FI)

  • DISGRAFIA
Tre diverse raccolte di schede di lavoro pronte per la stampa, utili per il recupero della disgrafia: disgrafia 1, disgrafia 2, disgrafia 3 (le consegne in lingua spagnola non condizionano l'impiego, assolutamente intuitivo).

Raccolta di 35 programmi didattici open source destinati all'uso con studenti ipovedenti con l'obiettivo di favorire il processo di inclusione scolastica. Il contenuto del DVD, realizzato da ITD-CNR e AICA, in collaborazione con la Cooperativa Chiossone, è liberamente e gratuitamente scaricabile dal sito.

A cura dell'Associazione Nazionale Subvedenti, una raccolta di software gratuitamente scaricabili, utili ai disabili visivi.

Software didattico free per la sintesi vocale utile per i casi di minorazione visiva e per chi abbia difficoltà nella decodifica del linguaggio scritto. Supporta le lingue francese, tedesco e italiano.

Software gratuito Text to Speech, converte il testo in audio permettendo di far leggere al computer testi in formato .doc, .rtf, .pdf, .odt, .fb2 e .html

Il software, basato sulla tecnologia Microsoft Agent Control 2, consente la riproduzione vocale (lettura) di qualunque file con estensione ".txt" (file di testo non formattato). Può essere utilizzato come ausilio didattico nei disturbi della vista, oltre che come strumento di intrattenimento ludico e per esercizi di lettura e/o per motivare l'interesse alla lettura.
(Freeware di Claudio Gucchierato, su maurorossi.net)

Programma multifunzione per personal computer in ambiente Windows, con l'ausilio del sintetizzatore di voce, per utenti non vedenti.
(Freeware di Guido Ruggeri)

Software gratuito che rende parlanti tutte le applicazioni del computer, dal browser, al word-processor, alla posta elettronica... è disponibile in due versioni: eseguibile da installare sul computer o versione "portatile", avviabile da chiavetta USB senza necessità di installazione.

  • SOFTWARE OCR
AUTISMO E BAMBINI Raccolta di materiale gratuito dedicata a genitori, insegnanti, logopedisti, educatori che lavorano con bambini con problemi di autismo, ritardo nello sviluppo, deficit di linguaggio e problemi di lettura e/o apprendimento.


  • ESPRESSIONI DEL VISO
Una serie di stampabili utili per sviluppare la capacità di riconoscere la diversa valenza della mimica facciale nell'espressione di sentimenti ed emozioni, le attività sono impiegabili nelle varie forme di autismo e disturbo della personalità (Home Page: Sen Teacher)
- Volto femminile1
- Volto femminile 2
- Volto femminile 3
- Volto femminile 4
- Volto maschile 1- Volto maschile 2
- "Cubo" di espressioni
- Scrivi nel fumetto

Applicazione Java, permette di modificare l'espressione del viso del modello presentato scegliendo tra una combinazione di opzioni diverse o selezionando una delle espressioni predefinite. Utile nei casi di autismo o disturbo della personalità. Commentata in inglese.
(Home Page: do2Learn)

Applicazione web-based gratuita per creare carcature, è un modo divertene e immediato per "giocare" con le varie espressioni del viso, attività utile nei disturbi della personalità.

Schede pronte per la stampa, stampabili con o senza parole, possono essere usate singolarmente o raggruppate e sono utili nello sviluppo della comunicazione e dell'autonomia in soggetti con autismo o disturbi della comunicazione. Commentate in inglese.
(Home Page: do2Learn)

Selezione di migliaia di immagini diverse, picture cards, PCS (materiale visivo impiegabile nel Picture Exchange Communication System)... di utile impiego nella prassi didattica ed educativa con gli alunni affetti da disturbi della sfera affettivo-relazionale e, in genere con alunni disabili.
(Io Cresco).

Due moduli pensati per alunni portatori di handicap lieve o di media gravità. Il primo modulo riguarda l'uso del denaro, nel secondo modulo sono raccolti esercizi per lo sviluppo di abilità nell'area linguistico-espressiva (completamento del testo relativamente a desinenze, articoli, preposizioni, pronomi... combinazione di parole per formare una frase o più frasi variando l'ordine delle parole). E' presente la possibilità di inserire nuovi esercizi ed è accessibile un archivio per registrare i risultati.
(Freeware di Romano Mazzini)

Programma open source sviluppato per windows e Linux, è utile nella disabilità motoria in quanto rappresenta un efficace alternativa per l'inserimento del testo dove non è possibile usare una tastiera convenzionale. In rete è disponibile un'ottima recensione in italiano.

Software pensato per il potenziamento delle abilità percettivo-motorie, può essere impiegato per svolgere varie attività per l'apprendimento della letto-scrittura. Utile anche per ascoltare l’esatta pronuncia delle parole in italiano. La pressione di ogni tasto della tastiera accende la lettera corrispondente, mentre una voce sintetizzata pronuncia le singole lettere; dopo aver scritto una parola o una frase, digitando il punto, verrà letto ciò che è stato scritto.
(Freeware di A. Andreani su Paint Web)

Consente di esercitare la competenza visuospaziale di alunni che presentano una disabilità cognitiva medio-grave.
(Software didattico freeware di A. Micelli)

Programma didattico per stimolare e sviluppare l'attenzione, le prassie, la coordinazione e l'autocontrollo. Offre schemi da "percorrere" o con il mouse o con i tasti direzionali (le quattro frecce). Due modalità perché ognuna attiva processi cognitivi differenti richiedendo al soggetto risorse e difficoltà diverse.
(Software didattico freeware di A. Micelli)

Giochi ed esercizi con parole e figure da riconoscere e completare in una suite di tre programmi (più uno di avvio) che si basa sulla procedura didattica che favorisce la discriminazione senza errori e che consiste nell'inserire un suggerimento per poi toglierlo piano piano (fading).
(Aisi)

Software sperimentale, dotato di sintesi vocale, è uno strumento compensativo per bambini che presentano discalculia.

Programma freeware pensato per facilitare l'apprendimento dei numeri e del conteggio all'interno della ventina e poi del centinaio. Utile nei bambini con difficoltà che possono appoggiarsi ad un supporto analogico-visivo, piuttosto che a uno uditivo.
Allena l'apprendimento della semplice filastrocca dei numeri sia in avanti che indietro; il ritrovamento dei numeri collegato alla loro quantità; il conteggio di addizioni e sottrazioni.
(Freeware di Franco Fraire e Valeria Allamandri/Fonte: Aessedi)

Browser specifico completamente gratuito per i bambini con autismo o sindrome autistica, propone una selezione di attività e giochi selezionati per la loro adeguatezza ai bisogni dei bambini con disturbi che interessano la sfera socio-affettiva.

(Fonte:  http://unicobaslodi.blogspot.it).

venerdì 17 maggio 2013

L'anno prossimo i ragazzi con difficoltà rientreranno tra i Bisogni educativi speciali. Ma non sarà un modo per tagliare insegnanti di sostegno? Il rischio c'è...
 
Non ne parla nessuno. Ma per il prossimo anno scolastico c'è il rischio concreto di un drastico taglio agli insegnanti di sostegno. L'ultima eredità del ministro Profumo. Stiamo parlando della direttiva "Strumenti di intervento per gli alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica", firmata dal Ministro Profumo a inizio gennaio, prevista fin dal 27 dicembre 2012. I Bes, l'acronimo, sono quei ragazzi che non hanno né una certificazione di disabilità né dislessia dichiarata. L'idea in sé è buona. Il consiglio di classe potrà avviare percorsi personalizzati. Potrebbe trattarsi di una difficoltà, non di un disturbo. Di un bisogno temporaneo, di un problema familiare sociale ed economico. Il baricentro si sposta sul piano educativo e il processo di inclusione diventa qualcosa che riguarda davvero tutta la comunità educante, tutto il corpo docente. Per ogni ragazzo segnalato deve essere redatto un piano individuale di intervento. Prendiamo situazioni limite quali possono essere quartieri di marginalità conclamata, soprattutto nelle grandi metropoli. Inutile citare questo o quel quartiere. In casi così i piani individuali potrebbero riguardare una classe intera. Allora, domanda. I professori hanno il tempo necessario per fare anche questo? Come sappiamo negli anni scorsi per ogni materia d'insegnamento sono state ridotte le ore, per tagliare posti di lavoro e avere come ricaduta una minore qualità dell'istruzione.

Ma i problemi sono anche altri. Scrive Sara Biscioni di Tecnica della scuola. "Quindi tu, che sei povero, o che sei straniero, hai un Bisogno Educativo Speciale. Non lo sapevi? Tiè. L'elemento di pericolosità emerge in tutta la sua evidenza: chi è in situazione di svantaggio sociale e culturale, e chi non è madrelingua italiano, è paragonato a chi possiede una certificazione clinica di DSA (e appunto sorvolo sulla bontà di tali certificazioni, che spesso sono distribuite a piene mani a chiunque sia "poco conforme" alla figura del bravo studente - robottino)".

Perché mettere in un'unica Circolare indicazioni per situazioni così differenti? Soprattutto, perché l'essere povero o di famiglia non italiana significa avere un Bisogno Educativo Speciale?? Perché lo dice l'Europa? Molti insegnanti penseranno: "Beh, almeno questa Circolare impone l'adozione di un Piano Educativo Personalizzato che può aiutare gli studenti non madrelingua ad accostarsi poco a poco allo studio delle discipline", che è quanto già si fa e si dovrebbe fare attraverso una riduzione temporanea dei contenuti e una semplificazione temporanea dei testi di studio e delle verifiche in caso di difficoltà connesse alle scarse competenze in lingua italiana. Attenzione però a non confondere la bontà dello strumento (il piano personalizzato, che spesso è utile ed efficace) con la bontà del piano generale a cui lo strumento si riferisce. Perché mettere questi studenti, e le loro difficoltà, sullo stesso piano degli studenti con difficoltà cognitive? E lo "svantaggio sociale e culturale", cosa c'entra? Sono io la prima a sostenere che le difficoltà economiche, la mancanza di reti sociali e comunitarie, la mancanza di possibilità di accesso a strumenti di ricchezza culturale possono (possono) provocare insuccessi scolastici o precoce abbandono degli studi (e anche qui sorvolo sulle riflessioni che sarebbero dovute sui metodi e gli scopi dell'educazione statale pro - capitalista), ma in questi casi non c'è bisogno di sigle o programmazioni: c'è bisogno di agire con forza per azzerare le ingiustizie economiche, sociali e linguistiche che rendono questi studenti "svantaggiati"! Ovviamente, per limitarci alle azioni a livello scolastico, il primo passo sarebbe dare fondi e professionalità alle scuole i cui studenti maggiormente vivono queste ingiustizie..".
 
Considerazioni che hanno come conseguenza quello che la Biscioni scrive ancora: "Andiamo avanti: dalla "rilevazione, monitoraggio e valutazione del grado di inclusività della scuola" si potranno "desumere indicatori realistici sui quali fondare piani di miglioramento organizzativo e culturale". Dunque indicatori di inclusività. Ottimo, uno pensa: sapremo così quali sono le scuole più attente ai bisogni degli studenti Bes, cioè con svantaggio sociale (economico non l'han scritto, che faceva brutto), culturale, problemi cognitivi e comportamentali vari, stranieri. Ma leggiamola a rovescio: sapremo esattamente quali sono le scuole con più studenti con svantaggio sociale culturale ecc... Cioè qualcuno potrà farsi un'idea precisa e scegliere magari di non mandare il proprio figlio in quella scuola così troppo "inclusiva". Ed ecco che l'inclusione può diventare segregazione...". Ecco. Il rischio di scuole ghetto. Non solo. C'è il rischio dell'allargamento dei bisogni educativi speciali alle altre disabilità. I genitori a volte sono restii e denunciare l'handicap, quelle problematiche che rientrano nei disturbi specifici dell'apprendimento quali dislessia, disgrafia, discalculia. Sarà gioco facile assecondarli. Far gravare sul collego dei docenti questi problemi e ridurre la necessità degli insegnanti di sostegno. Continuare a togliere, anche posti di lavoro, dichiarando il contrario.
 

Come fare un riassunto con Office Word 2007

Office 2007 permette di fare tantissime cose,tra cui creare un riassunto con office Word.
Ecco cosa bisogna fare:
  1. Aprire Word e cliccare sul pulsante di office (il tondo in alto a sinistra);
  2. Ora si clicca su "Personalizzazione" nella scheda che si è appena aperta;
  3. In alto, dove c’è scritto "scegli comandi da:" si sceglie "tutti i comandi";
  4. Adesso basta scegliere lo "Strumento sunto automatico" e premere il tasto "aggiungi" al centro.
Fatto questo procedimento vi ritroverete un nuovo pulsante nella barra di accesso rapido di microsoft office word 2007 (quella in alto a sinistra), premendolo potrete scegliere la percentuale del riassunto, se evidenziarlo o se creare un nuovo documento ed altre possibilità. Il riassunto sarà ortograficamente corretto grazie alla funzione di controllo ortografia presente in word, è molto leggibile, l’ho verificato.
Ecco una serie di schede didattiche provenienti dal sito dell'Istituto Comprensivo "Veromella Zimella" (http://www.veronellazimella.it/):
  •  Classe seconda:
Schede didattiche stampabili di riflessione sulla lingua:
  1. A caccia di nomi comuni
  2. Nomi comuni
  3. Verifica nomi comuni e nomi propri
  4. schema nome
  5. Articoli determinativi e nomi
  6. Verifica articoli, nomi, aggettivi, verbi,preposizioni, congiunzioni
  7. Le frasi a pezzi
Comprensione del testo:
  1. I giorni della merla
  2. Michela e i giocattoli (testo descrittivo - comprensione/produzione)
  3. Le montagne in fondo al prato (testo narrativo - comprensione)
Produzione e rielaborazione di testi
  1. Marialuna (rielaborazione di una descrizione)
  2. Martina (rielaborazione di una descrizione) 
  • Classe terza
Matematica:
Tabella dei multipli: unità, metro,litro,grammo
per guidare i bambini alle prime equivalenze,
da stampare e plastificare.

Italiano:
Scheda plurale delle parole con CIA - GIA
Esercizi parole in cia - gia
Ca che chi co cu ci ce
Gna gne gni gno gnu


Sillabe e ordine alfabetico
Ordine alfabetico prima lettera
Ordine alfabetico terza lettera

Nel bosco a caccia di nomi
I nomi alterati


Trova azioni
Analisi dei verbi


Frasi da riordinare
Una storia da riordinare

Comprensione e rielaborazione di una fiaba:
La storia di Cappuccetto Rosso raccontata dal lupo


Rielaborazione di una fiaba: Cappuccetto Osso

Fiaba I tre porcellini: comprensione e rielaborazione del testo 

Poesia di Natale: Dal vestito della notte
Copione: Ce n'è troppo di Natale

Poesia festa del papà: Il mio regalo 

Poesia di Pasqua: L'uovo arcobaleno

Verifiche terzo bimestre 

TABELLA ANALISI LOGICA - per guidare i bambini nell'analisi delle frasi, da stampare e plastificare.
TABELLA ANALISI GRAMMATICALE - classe terza - per guidare i bambini all'analisi grammaticale delle frasi, da stampare e plastificare

Analisi logica e grammaticale (articoli,nomi,aggettivi superlativi,verbi)
Esercizi per casa:analisi logica e grammaticale

Esercizi analisi logica e grammaticale.

Esercizi analisi logica.
Analisi aggettivi qualificativi.

Verifiche finali italiano classe terza:
comprensione,verbi, detttato ortografico

  •  Classe Quarta: 

Storia: Verifiche
Geografia: Verifiche 

Italiano:

La coerenza del testo: esercizi di rielaborazione.


Prove di ingresso classe prima

Il sito Didatticafacile.it offre per le classi prime, seconde e terze della scuola primaria una serie di schede utili come PROVE D'INGRESSO. Esse sono corredate anche dalle relative griglie di valutazione.








  •  Clicca qui per scaricare gratis il materiale per la prima classe:

download-2
  

  • Clicca qui per scaricare gratis il materiale per la seconda classe:

download-2

  • Clicca qui per scaricare gratis il materiale per la terza classe:


download-2

giovedì 16 maggio 2013


Fabbri Scuola offre una raccolta gratuita di strumenti e risorse per la didattica.

I Percorsi interattivi per la scuola Primaria, da utilizzare on line o da prelevare. In questa sezione trovate originali percorsi interattivi appositamente studiati per gli alunni della scuola primaria per garantire loro un approccio ludico alle diverse discipline.
Seleziona la materia che ti interessa:
  1. Italiano 
  2. Matematica
  3. Geografia 
  4. Informatica
Queste sono solo alcune risorse disponibili:
  • La storia di Pillo - percorso guidato per promuovere l'ascolto, la comprensione e la sintesi di un testo semplice.
  • Il topo di campagna e il topo di città - percorso guidato per promuovere l'ascolto, la comprensione, la sintesi e l'analisi di un testo classico.
  • Alfabetiere - percorso operativo graduale per apprendere in modo attivo e divertente a leggere e a scrivere correttamente in italiano, dal riconoscimento della parola fino alle particolarità ortografiche.
  • Un mondo di numeri - Numeri e calcoli con l'abaco:si può prelevare ed utilizzare off line.
  • La Tombola delle tabelline - Tombola interattiva per lo studio e il ripasso delle tabelline, anche in stampabile.
  • Gli strumenti del geografo: le carte mute - Esercizi interattivi sulle carte mute per arricchire le ricerche di geografia sull'Italia, l'Europa ed il mondo con la possibilità di stampare le singole carte.
  • L'ABC del Computer a cura di Daniela Sacchi - Percorso animato per conoscere i componenti del computer, per bambini dai 5 anni in poi: dal sistema operativo, all'utilizzo di Word, Paint, Excel e Power Point. L'intero pacchetto si può prelevare ed utilizzare off line.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...