• BLOG DIDATTICO DI SOSTEGNO

    Si dice di solito "nero sul bianco" per marchiare negativamente qualcuno, io invece provo a cancellare questa macchia nera cercando di trasmettere non solo risorse ma anche valori umani. Se siete perplessi non preuccupatevi è un buon segno, in quanto la perplessità è l'inizio della conoscenza...

mercoledì 22 dicembre 2010

Natale 2010 - Carmelo blogger di "Bianco Sul Nero" augura buon Natale a tutti i lettori e sostenitori di questo blog, il mio pensiero va a tutti coloro che in questo periodo natalizio lo passerano senza serenità... un grande abbraccio!


venerdì 17 dicembre 2010


Vi segnalo un bel blog didattico ricco di materiali e schede... "Il mondo della scuola" è un blog di un insegnante che propone diverse risorse didattiche:

- Interessante è la sezione DIDATTICA, divisa in più parti:
- Il Blog è dotato di un FORUM molto utile per un confronto diretto, per le richieste di aiuto e per segnalazioni varie...

sabato 11 dicembre 2010

Il profilo dinamico funzionale è atto successivo alla diagnosi funzionale e indica le caratteristiche fisiche, psichiche, sociali ed affettive dell'alunno e pone in rilievo sia le difficoltà di apprendimento conseguenti alla situazione di handicap e le possibilità di recupero, sia le capacità possedute che devono essere sostenute, sollecitate e progressivamente rafforzate e sviluppate nel rispetto delle scelte culturali della persona handicappata.

- Il PDF è elaborato da:

bullet

gli operatori delle unità sanitarie locali,

bullet

i docenti curriculari e i docenti specializzati,

bullet

il docente operatore psico-pedagogico individuato secondo criteri stabiliti dal Ministro della pubblica istruzione,

bullet

con la collaborazione dei genitori della persona handicappata


- Il profilo dinamico funzionale comprende necessariamente:

bullet

la descrizione funzionale dell'alunno in relazione alle difficoltà che l'alunno dimostra di incontrare in settori di attività;

bullet

l'analisi dello sviluppo potenziale dell'alunno a breve e medio termine, desunto dall'esame dei seguenti parametri:

cognitivo, esaminato nelle potenzialità esprimibili in relazione al livello di sviluppo raggiunto (normodotazione; ritardo lieve, medio, grave; disarmonia medio grave; fase di sviluppo controllata; età mentale, ecc.) alle strategie utilizzate per la soluzione dei compiti propri della fascia di età, allo stile cognitivo, alla capacità di usare, in modo integrato, competenze diverse;

affettivo-relazionale, esaminato nelle potenzialità esprimibili rispetto all'area del sé, al rapporto con gli altri, alle motivazioni dei rapporti e dell'atteggiamento rispetto all'apprendimento scolastico, con i suoi diversi interlocutori;

comunicazionale, esaminato nelle potenzialità esprimibili in relazione alle modalità di interazione, ai contenuti prevalenti, ai mezzi privilegiati;

linguistico, esaminato nelle potenzialità esprimibili in relazione alla comprensione del linguaggio orale, alla produzione verbale, all'uso comunicativo del linguaggio verbale, all'uso del pensiero verbale, all'uso di linguaggi alternativi o integrativi;

sensoriale, esaminato, soprattutto, in riferimento alle potenzialità riferibili alla funzionalità visiva, uditiva e tattile;

motorio-prassico, esaminato in riferimento alle potenzialità esprimibili in ordine alla motricità globale, alla motricità fine, alle prassie semplici e complesse e alle capacità di programmazione motorie interiorizzate;

neuropsicologico, esaminato in riferimento alle potenzialità esprimibili riguardo alle capacità mnesiche, alla capacità intellettiva e all'organizzazione spazio-temporale;

autonomia, esaminata con riferimento alle potenzialità esprimibili in relazione all'autonomia della persona e all'autonomia sociale;

apprendimento, esaminato in relazione alle potenzialità esprimibili in relazione all'età prescolare, scolare (lettura, scrittura, calcolo, lettura di messaggi, lettura di istruzioni pratiche, ecc.).

Verifiche e aggiornamenti: Alla elaborazione del profilo dinamico-funzionale iniziale seguono, con il concorso degli operatori delle unità sanitarie locali, della scuola e delle famiglie, verifiche per controllare gli effetti dei diversi interventi e l'influenza esercitata dall'ambiente scolastico.

Il profilo dinamico-funzionale è aggiornato a conclusione della scuola materna, della scuola elementare e della scuola media e durante il corso di istruzione secondaria superiore.

- Ecco una serie di links dove troverete esempi e PDF (Profilo Dinamico Funzionele) già compilati...

- esempi_pdf/sindrome_di_williams.doc

- esempi_pdf/epilessia.doc

- http://www.sostegno.blogscuola.it/wp-content/uploads/2008/09/gianni-pdf.doc

- esempi_pdf/pdf_tetraparesi.doc

- http://www.angelasantoro.com/pdf.doc

- PDF Sindrome_di_Williams.doc

venerdì 10 dicembre 2010

Difficile è trovare materiali sulla discalculia per questo motivo vi segnalo una risorsa a pagamento... La discalculia è un disturbo che si manifesta nei bambini che mostrano difficoltà nel riconoscimento dei simboli numerici e nell'esecuzione delle operazioni di calcolo.
La Erickson ha realizzato un cofanetto nel quale troverete materiale didattico e scientifico destinato a genitori ed insegnanti, progettato da Dario Ianes, Daniela Lucangeli e Irene Cristina Mammarella (Prezzo 22 €, 18,70 se comperato online) .
Lo scopo è quello di approfondire le metodologie didattiche più recenti, mettendo in pratica un corretto percorso educativo mirato alla risoluzione di questi disturbi.
L'opera comprende un libro, un DVD Video e un CD-Rom. Nel libro troverete un'esaustiva descrizione dei disturbi legati alla matematica, delle loro cause e delle varie forme nelle quali si manifesta. Il DVD Video contiene ben 3 ore di filmati con interviste ad esperti del settore e testimonianze di insegnanti ed educatori.
Schede operative e ulteriore materiale informativo sono contenuti nel CD-Rom, per un totale di 3.500 pagine stampabili, accompagnate da indicazioni per attività da svolgere a scuola e a casa, insieme ad un'utile raccolta di articoli, pubblicazioni e riferimenti bibliografici.
Le scuole di specializzazione per insegnanti non prevedono una preparazione approfondita su come affrontare la balbuzie in classe. Un aiuto arriva da una guida per insegnanti, per la sensibilizzazione sulla balbuzie.
Si tratta di una guida pratica sui comportamenti dei balbuzienti a scuola, sugli atteggiamenti da assumere e da evitare per trattare nel miglior modo possibile chi soffre di balbuzie.
La guida è GRATUITA ma per scaricarla devi essere un utente registrato al forum Balbuzie-News (così ti terremo sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo della balbuzie). Dopo aver effettuato il login al forum, potrai vedere il file in PDF subito dopo l'immagine della copertina, basterà cliccarci sopra per scaricarlo!

I responsabili del forum sottolineano: La presente guida dedicata agli insegnanti vuole essere un ennesimo sforzo di sensibilizzare e far passare le giuste informazioni. Il contenuto della guida non vuole essere un insegnamento ma un portare a conoscenza degli insegnanti la realtà della balbuzie. I vostri commenti potranno aiutarci ad arricchire la presente guida che cmq verrà sempre distribuita senza nessun fine lucrativo
Ecco i link di riferimento per questa risorsa:www.balbuzie-news.it/forum e www.balbuzie-news.it

giovedì 9 dicembre 2010

Finalmente riesco a pubblicare una risorsa importantissima...un vedemecum per gli insegnanti : "In classe ho un alunno con D.S.A.
Rappresenta una guida pratica per gli insegnanti creata da due amiche Manuela Giani e Gabriella Nanni. In questa guida trovate tutti i consigli pratici da mettere in atto con bambini e ragazzi D.S.


Cliccate qui se avete difficoltà nella visualizzazione.

venerdì 19 novembre 2010

Vi segnalo un sito creato e interamente dedicato al software freeware ed opensource per le Scuole in ospedale. I software disponibili e liberamente scaricabili sono pensati per i tre ordini di scuola (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado). Si possono trovare schede didattiche, giochi, libri e software organizzati per materie. Clicca qui per visitare il sito.

martedì 9 novembre 2010

Starfall.com è un sito in lingua inglese che ha lo scopo di facilitare un approccio sistematico dei bambini più piccoli alla lettura in lingua inglese. Utile anche ai bambini italiani alle prese con tale lingua straniera a partire dalla Scuola dell'Infanzia e dai primi anni di Scuola Primaria.

In particolare, la sezione ABC Starfall propone la relazione lettera-suono concentrandosi in modo esplicito su ogni lettera dell'alfabeto. Seguendo il link For Teachers, docenti e genitori hanno la possibilità di scaricare materiale in PDF per esercitare anche alla scrittura. Altre sezioni, poi, (Learn to Read - It's Fun to Read - I'm Reading) sviluppano e approfondiscono il discorso offrendo numerose occasioni per esercitarsi in modo divertente alla lettura in inglese.

(Fonte: quadernoneblu.splinder.com).

venerdì 5 novembre 2010

Vi segnalo diversi materiali didattici dedicati alla divisione in sillabe delle parole. Eccovi una serie di links utili:
  • Le regole per una corretta divisione in sillabe
  • "E. Tutor" pacchetto di programmi di italiano e matematica, comprendente "Divisione in sillabe"
  • Esercizi sulla divisione in sillabe da Mamma e Bambini
(Fonte: www.robertosconocchini.it).
Applets per la matematica (sviluppati dal “Freudenthal Institut Researchgroup in Mathematics education” di Utrecht, in Olanda) sono una raccolta scelta e assistita di programmini, denominati applets, da usare online. Questi programmi sono rivolti per i bambini delle scuole elementari e per i ragazzi delle scuole medie...

Ogni programmino è accompagnato da una breve descrizione e da una scheda didattica dettagliata. I programmini possono essere utilizzati liberamente.

Gli applets sono scritti nel linguaggio di programmazione Java. Sul computer deve quindi essere installato il software Java, in caso contrario quando userete il primo applet si aprirà una finestra che vi collegherà al sito dal quale il software si scarica gratuitamente.

Ecco le categorie offerte dal sito (per visitare la home del sito clicca qui):

- Numeri/Stima operazioni;
- Equazioni;
- Algebra/Calcoli;
- Algebra Geometrica;
- Geometria.

(Fonte: www.tuttiabordo-dislessia).


domenica 31 ottobre 2010

Vi segnalo alcune novità del sito www.baby-flash.com (sito dedicato ai bambini e insegnanti di sostegno)... sono delle risorse didattiche di italiano davvero utili!!! Riguardano l'apprendimento dell'ordine alfabetico e dei suoni simili...

Ecco i links:

- Imparare l'ordine alfabetico

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/alfabeto/alfabeto1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/alfabeto_fac/alfabeto1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/alfabeto_sequenza/alfabeto_sequenza1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/trascina_alf/trascina_alf.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/trascina_alf/trascina_alf_contr.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/indovinelli/indovinello1.swf


- Suoni simili

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_bp1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_fv1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_sz1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_dt1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_ca_ga1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_co_go1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_cu_gu1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_cia_gia1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_cio_gio1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_ciu_giu1.swf

fhttp://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_chi_ghi1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_che_ghe1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_gn_ni1.swf

http://www.baby-flash.com/ordine_alfabetico/suoni_simili/completa_gli_li1.swf


- Giochi

venerdì 29 ottobre 2010

Ecco un elenco di siti in cui reperire gratuitamente software didattici (guardate anche la sezione Risorse Software di questo blog):

- www.romazzini.it in questo sito troverete diversi software didattici, che rappresentano il frutto di oltre venti anni di esperienza nell'utilizzo degli ausili informatici per l'insegnamento nella scuola primaria e secondaria di 1° grado;

- www.nicky.it è il sito di un'insegnante con l'hobby del computer e della programmazione...

- www.ivana.it/j il sito dell'insegnante Ivana Sacchi, nel sito puoi trovare software didattico liberamente scaricabile, destinato soprattutto agli alunni di scuola primaria;

- www.didattica.org in questo sito sono presenti 238 software didattici con istruzioni dettagliate e 420 progetti JClic in italiano. Programmatore: Giorgio Musilli di Cervaro (FR) in servizio come insegnante di scuola primaria presso il 5o circolo didattico di Roma;

- www.ilsoftwaredicesare.it/index.htm nel sito troverete più di 350 programmi di aritmetica.
MightyBook è un sito per l'apprendimento della lingua inglese destinato ai più piccoli. MightyBook presenta più di 800 tra storie e canzoni animate, giochi e quiz di vario genere: tantissime proposte per invogliare i ragazzi a leggere, ascoltare, parlare e giocare utilizzando la lingua inglese. Il sito offre una miniera di proposte didattiche per approfondire le conoscenze della lingua inglese in modo divertente e piacevole!!!
(Fonte: quadernoneblu.splinder.com).

giovedì 28 ottobre 2010

Spesso ricerchiamo dettati per specifici obiettivi didattici, ma la loro ricerca non è facile! Spesso i docenti sono costretti ad inventare ma con grande fatica!!!
Qui sotto troverete una serie di links sui diversi dettati ortografici:
(Fonte: www.robertosconocchini.it).

domenica 17 ottobre 2010

Vi segnalo due blog del maestro Giampaolo davvero utili per l'apprendimento della matematica...
- "Didattica matematica scuola primaria"
- "Verifiche matematica scuola primaria"
Sono due blog in cui
vi si possono trovare molte proposte di lezioni, esercizi, schede, unità di apprendimento, test e verifiche scritte o da eseguire on line, nonchè esercitazioni in vista delle Prove Invalsi, presentazioni Power Point e segnalazioni di risorse web utili per la didattica delle scienze e della matematica.
(Fonte: quadernoneblu.splinder.com).

venerdì 15 ottobre 2010

Ecco il testo integrale della legge sui DSA approvata dal Senato il 29/09/2010... per scaricarla clicca qui.

LA LEGGE IN SINTESI (di www.aiditalia.org): Dopo la definizione dei termini dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia evidenziati nel primo articolo del ddl, nel secondo punto del testo vengono evidenziate le finalità che si prefigge la norma tra cui la promozione del successo scolastico, anche attraverso misure didattiche di supporto, la garanzia di una formazione adeguata che promuova lo sviluppo delle potenzialità anche attraverso la preparazione degli insegnanti e la sensibilizzazione dei genitori nei confronti delle problematiche legate ai DSA. Durante il percorso formativo (art. 4) anche i docenti dovranno possedere un'adeguata preparazione didattica, metodologica e valutativa in merito alle problematiche relative ai DSA. Altro aspetto è quello che riguarda la diagnosi (art. 3) che dovrà essere effettuata nell'ambito dei trattamenti specialistici già assicurati dal Ssn a legislazione vigente e sarà comunicata dalla famiglia alla scuola di appartenenza dello studente. Le regioni nel cui territorio non sia possibile effettuare la diagnosi nell'ambito dei trattamenti specialistici erogati dal Ssn possono prevedere, nei limiti delle risorse, che la medesima diagnosi sia effettuata da specialisti o strutture accreditate. Rilevante, poi, l'articolo 5 che mette nero su bianco le misure educative e le didattiche di supporto come l'uso di una didattica individualizzata e personalizzata o l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere. È previsto pure per l'insegnamento delle lingue straniere, l'uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale. Agli studenti con DSA, inoltre, sono garantite, durante il percorso di istruzione e di formazione scolastica e universitaria, adeguate forme di verifica e di valutazione, anche per quanto concerne gli esami di Stato e di ammissione all'università nonché gli esami universitari. Misure anche per i familiari (art. 6) che potranno usufruire di orari di lavoro flessibili. Nell'articolo 7, invece, viene indicato come a quattro mesi dall'entrata in vigore della legge, attraverso un decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro della salute, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, si provvede ad emanare linee guida per la predisposizione di protocolli regionali, da stipulare entro i successivi sei mesi. All'articolo 8 viene evidenziato come sono fatte salve le competenze delle Regioni a statuto speciale e province autonome che dovranno entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge provvedere a dare attuazione alle disposizioni della legge stessa .
E' stata approvata da poco la legge sulla dislessia... Dopo un lungo percorso legislativo mercoledì 29 settembre 2010 è stata approvata dal Senato la legge che riconosce e definisce alcuni disturbi specifici di apprendimento (DSA) in ambito scolastico quali dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. La legge, per cui sarà previsto un finanziamento di 2 milioni di euro complessivi per gli anni 2010-2011, sancisce il diritto a usufruire dei provvedimenti compensativi e dispensativi lungo tutto il percorso scolastico compresa l'Università e assicura la preparazione degli insegnanti e dei dirigenti scolastici. Per le famiglie sarà inoltre garantita la possibilità di usufruire di orari di lavoro flessibili. Inoltre, qualora non sia disponibile effettuare diagnosi presso le strutture del Ssn, la legge dà la possibilità di effettuarle presso strutture accreditate. Un bellissimo traguardo per tutti!!!!!
Questo blog si è sempre interessato dei disturbi specifici di apprendimento, consigliando sempre risorse, strumenti compensativi e dispensativi... Oggi vi segnalo un'altra risorsa per l'analisi grammaticale e logica:
- una Tabella per l'analisi grammaticale, corredata di istruzioni per un uso corretto e proficuo (della maestra Milena Catucci);

- un foglio excel per l'analisi logica. In questo caso potrete vedere un breve filmato che ne illustra il suo uso ( di Strategie di mamma) ...

(Fonte: www.robertosconocchini.it).

martedì 12 ottobre 2010


La "Banca delle emozioni" è un bellissimo sito che propone attività online come giochi in flash ma all'interno troverete molte schede didattiche di pregrafismo, scrittura, calcoli e molto altro...
I materiali presenti possono risultare utili per il lavoro di abilitazione linguistica degli alunni dislessici o con difficoltà di apprendimento. Vi consiglio di visitarlo!
(Fonte: http://faperme.wordpress.com).

domenica 26 settembre 2010

Il progetto FacilitOffice (finanziato dal Ministero dell’Istruzione), si propone di rendere maggiormente accessibili agli studenti con disabilità cognitive, sensoriali, neuromotorie e difficoltà di apprendimento, i programmi per videoscrittura e presentazione più diffusi - cioè quelli che troviamo in Microsoft Office e OpenOffice - per migliorare l’autonomia nel lavoro scolastico e rendere anche più efficace l’azione di insegnamento dei loro docenti.

La finalità del progetto si realizza attraverso lo sviluppo di alcune facilitazioni e funzioni aggiuntive da installare nei software indicati sopra.

Il programma è altamente personalizzabile e permette la lettura sincronizzata con sintesi vocale (che deve però essere già presente sul PC) sia parola per parola, sia al termine di ogni frase, con evidenziatura del testo, oppure senza. Inoltre consente l'inserimento automatico di immagini, a fianco delle parole digitate oppure in loro sostituzione.
FacilitOffice possiede un vocabolario interno, in cui è possibile inserire termini, spiegazioni e immagini propri. È possibile anche effettuare una ricerca di vocaboli con la stessa radice (qualora ad esempio il termine fosse stato scritto al plurale o al femminile, oppure si trattasse di una voce verbale declinata).
Possiede inoltre una serie di quaderni in cui salvare i propri lavori; ogni documento prodotto e salvato verrà catalogato automaticamente per data nel quaderno prescelto. In questo modo il lavoro svolto è facilmente rintracciabile e modificabile.
Possono essere impostati tasti di scelta rapida personalizzati e un'installazione apposita permette di leggere con sintesi vocale anche i testi all'interno di Powerpoint(Office) o Impress (Openoffice).

All'interno del sito troverete:

  • i pacchetti di installazione di FacilitOffice per le suite Microsoft Office e OpenOffice per i sistemi operativi Windows e Linux (versione sperimentale con funzioni ridotte);
  • i tutorial sull'installazione e l'uso delle funzioni del progetto;
  • un wiki, liberamente consultabile, con la documentazione descrittiva del progetto, delle funzioni sviluppate, di altri tipi di facilitazioni conosciute;
  • le informazioni sulle modalità di contatto telematico per inviare domande, segnalazioni e suggerimenti;
  • un forum degli utilizzatori ed eventualmente anche delle esperienze d'uso didattico.

giovedì 23 settembre 2010

Diverse persone mi hanno chiesto informazioni e risorse didattiche (specialmente di dipo pratico) sull'approccio TEACCH utilizzato per i casi di autismo. Grazie alla collaborazione di diversi amici ecco a tutti voi un elenco di links sull'approccio TEACCH, spero che vi siano utili:

  • UN LIBRO CONSIGLIATO: "Verso l'autonomia La metodologia t.e.a.c.c.h. del lavoro indipendente al servizio degli operatori dell'handicap (di Enrico Michelini - Vannini editore), vedi qui .
Inoltre vedete questi altri links:

lunedì 6 settembre 2010

I docenti neoassunti al termine dell'anno di formazione, devono superare il corso di formazione e discutere con il comitato di valutazione una relazione sulle esperienze e sulle attività svolte. La relazione (il contenuto della quale è concordato con il tutor di scuola all'atto della presa di servizio del docente neo assunto), riguarda le esperienze e le attività svolte durante l'anno di formazione. Sulla base di essa e degli altri elementi di valutazione forniti dal dirigente scolastico, il comitato di valutazione esprime il parere per la conferma del contratto a tempo indeterminato...

Nella sezione ANNO DI PROVA (presente nel menù) troverete ulteriori informazioni e suggerimenti sulla stesura della relazione finale dell'anno di prova.

domenica 22 agosto 2010

Matematica - Come utilizzare al meglio le nuove tecnologie con allievi in difficoltà (Autori: Anna Contardi, Brunetto Piochi, Michele Pertichino) è un libro che si rivolge ai ragazzi, ai loro genitori, agli insegnanti ed anche agli specialisti che vogliono avvicinarsi alle difficoltà di apprendimento ed uso della matematica ed alle possibili soluzioni offerte dalle tecnologie informatiche attraverso alcuni spunti teorici e pratici.

Vi assicuro che è molto interessante... cliccate qui per scaricarlo gratuitamente.
Se non hai il programma Acrobat Reader per poter leggere e stampare il documento lo puoi scaricare direttamente dal sito di Adobe qui .
(Fonte: tuttiabordo-dislessia.blogspot.com).
Visitando il sito Tutti a bordo - Dislessia, ho visto delle interessantissime risorse sulla dislessia che qui vi ripropongo: si tratta di una guida agli ausili informatici per utilizzare al meglio le nuove tecnologie con i Disturbi Specifici dell'Apprendimento (libro edito da Anastasis a cura di: Marcella Peroni, Nicoletta Staffa, Luca Grandi e Maria Angela Berton)...
Guida agli ausili informatici: DISLESSIA

Per sfogliare l'ebook basta cliccare i comandi in basso a sinistra. Se cliccate sul fullscrean in alto potete leggere tranquillamente a schemo intero, oppure potete scegliere di scaricare o stampare l'intero libro.
(Fonte: tuttiabordo-dislessia.blogspot.com).

mercoledì 18 agosto 2010

E' da un po' di tempo che penso di scrivere questo post, un articolo sull'importanza di Facebook...
Facebook è un Social Network dove le persone che si iscrivono possono dialogare tra di loro, caricare e condividere foto, farsi nuovi amici e ritrovare vecchi amici d’infanzia. Diverse sono le sue funzionalità, secondo me una tra le più importanti è quella di tipo didattico... una vasta marea di insegnanti, maestri/e , genitori e associazioni varie sono in rete per offrire ai vari "amici" risorse, informazioni, consultazioni e solidarietà sui più svariati argomenti... Infatti sono moltissimi i gruppi, i profili e le pagine aperte su FB che trattano di didattica, disabilità , handicap e solidarietà. Qui citerò solo alcuni che vi consiglio di visitare e aggiungere al vostro profilo:
Questi sono solo alcune risorse, naturalmente non potevo citarle tutte (SCUSATEMI)... invito tutti coloro che hanno un gruppo, un profilo e una pagina fan di arricchire questo elenco scrivendo un commento in questo post... segnalate il link con la descrizione!

martedì 17 agosto 2010

In questo periodo su Bianco Sul Nero ho pubblicato parecchi argomenti nuovi, come avete letto riguardano il pronto soccorso a scuola... fino ad ora mi sono occupato di particolari eventi sulla disabilità (come si interviene in caso di una crisi epilettica, le manovre di disostruzione), ma spesso è utile saperne di più in modo generale e per non arrecare ulteriori danni involontari. Ecco una guida di primo soccorso a scuola e in palestra che potete scaricare cliccando qui.
Per caso ho scoperto un portale didattico per la scuola dell'infazia e primaria molto interessante!
Fantasiaweb.it è un sito molto ricco di risorse didattiche infatti troverete schede didattiche, poesie, fiabe, filastrocche e molte proposte educative...

Molte sono le sezioni interessanti, queste sono solo alcune:

-PREGRAFISMO - GRAFISMO

-MATEMATICA

-LOGICA E CREATIVITA'


-PSICOMOTRICITA'

-PROPOSTE LAVORETTI

-SCHEDE DA COLORARE

-SCHEDE SULLA PREVENZIONE ORALE NEI BAMBINI


-POESIE E FILASTROCCHE

-FIABE DA COLORARE

-FIABE PER EDUCARE


domenica 15 agosto 2010

Oggi ho ricevuto una email da Roberto Diiorio Coord. Prov. Movimento Italiano Disabili, con la richiesta di pubblicare un suo articolo sul problema delle barriere architettoniche... Naturalmente condivido pienamente tutto ciò che viene detto!!!

Ferragosto, una festività tipicamente Italiana, una giornata dedicata alla classica gita fuori porta,mare, montagna,città d’arte, ogni posto è buono, pur di evadere la solita quotidianietà. Poter viaggiare, divertirsi, visitare musei, dovrebbe poter essere, un diritto di tutti,in realtà lo è, ma non è la verità ! Ad impedirlo ci sono le “barriere architettoniche”, siamo nel 2010, abbiamo visitato la luna, marte, la scienza e praticamente diventata fantascienza,eppure, esistono ancora gli ostacoli che impediscono ai diveramente abili, di poter vivere liberamente la propria vita,naturalmente questo è a dir poco vergognoso ! Persone, si, ho detto persone ! A cui viene negata la vita!! La maggior parte delle nostre bellissime città Italiane, sono strapiene di barriere architettoniche, senza voler mensionare i piccoli paesi di provincia, dove l’accessibilità rimane un sogno lontano !! Oggi 15 Agosto 2010 , quanti saranno gli Italiani felici e contenti di stare al mare, o di godersi il fresco della montagna,o di poter dedicare una giornata alla cultura, visitando gli interessantissimi Musei Italiani ! Chiediamoci però,quanti Italiani diversamente abili, stanno in casa tipo arresti domiciliari semplicemente perché i nostri cari e stimati politici e politicanti, invece di pensare a rendere accessibile il nostro paese,pensano solo ed escusivamente ai lori stipendi e alle loro carriere !!!! Il prossimo 15 Agosto,quando vi accingerete a partire, vi prego,pensate a noi per un solo istante !

Roberto Diiorio Coord.Prov.Movimento Italiano Disabili

venerdì 13 agosto 2010

EL BUHO BOO è un sito (di origine argentina ma tradotto in italiano) di giochi educativi che ha come obiettivo quello di avviare i bambini della scuola dell'infanzia (utile anche per i bambini con disabilità cognitiva e motoria) ad apprendere l'uso del computer attraverso un approccio ludico.
Attraverso questo sito i bambini apprenderanno a premere i tasti, muovere il mouse, fare clic e trascinare oggetti. Inoltre vi sono presenti giochi più tradizionali come i disegni da colorare e i rompicapo, cliccate qui per visitare il sito.
(Fonte: quadernoneblu.splinder.com).

giovedì 12 agosto 2010

Capita molto spesso in classe di avere bambini molto vivaci e iperattivi... come comportarsi? come orgaganizzare gli spazi e le lezioni? come gestire il loro comportamento? Alcuni suggerimenti, molto dettagliati e utili, provengono da un bellissimo blog che tratta il tema dell'Autimo (ecco il link http://autismoeamore.com che vi consiglio di visitare):

1. Controllare le fonti di distrazione all’interno della classe: non è indicato far sedere il ragazzo vicino alla finestra, al cestino, ad altri compagni rumorosi o ad oggetti molto interessanti. Non è, ugualmente, produttivo collocare l’allievo in una zona completamente priva di stimolazioni, in quanto egli diventa più iperattivo perché va alla ricerca di situazioni nuove e interessanti.
2. Disposizione dello spazio: disporre i banchi in modo che l’insegnante possa passare frequentemente in mezzo ad essi, per controllare che i più distratti abbiano capito il compito, stiano seguendo la lezione e stiano eseguendo il lavoro assegnato.


Invece questi sono alcuni suggerimenti per la gestione delle lezioni:

1. Accorciare i tempi di lavoro. Fare brevi e frequenti pause soprattutto durante i compiti ripetitivi e noiosi.
2. Rendere le lezioni stimolanti e ricche di novità: i bambini iperattivi con disturbi dell’attenzione hanno prestazioni peggiori quando i compiti sono noiosi e ripetitivi (usare figure, schemi, variare spesso il tono della voce, ecc).
3. Interagire frequentemente, verbalmente e fisicamente, con gli allievi.
4. Fare in modo che essi debbano rispondere spesso durante la lezione.
5. Utilizzare il nome degli allievi distratti per richiamarne l’attenzione.
6. Costruire situazioni di gioco per favorire la comprensione delle spiegazioni.
7. Utilizzare il gioco dei ruoli per spiegare concetti storici e sociali in cui siano coinvolti vari personaggi.
8. Abituare il bambino impulsivo a controllare il proprio lavoro svolto.


Anche l’ordine può aiutare…

1. E’ importante stabilire delle attività programmate e routinarie, in modo che il bambino impari a prevedere quali comportamenti deve produrre in determinati momenti della giornata.
2. E’ importante definire con chiarezza i tempi necessari per svolgere le attività giornaliere, rispettando i tempi del bambino (questo lo facilita anche ad orientarsi meglio nel tempo).
3. Aiutare l’allievo iperattivo a gestire meglio il proprio materiale, insegnandogli l’organizzazione e lasciandogli cinque minuti al giorno per ordine le sue cose.
4. L’insegnante deve proporsi come modello per mantenere in ordine il proprio materiale e mostrare alcune strategie per fare fronte alle situazioni di disorganizzazione.
5. Utilizzare il diario per una efficace comunicazione giornaliera con la famiglia (non per scrivere note negative sul comportamento del bambino, mortificandolo).


E per gestire il comportamento cosa si può fare…

1. Innanzitutto è opportuno definire e mantenere regole chiare e semplici all’interno della classe (è importante ottenere un consenso unanime su tali regole).
2. Rivedere e correggere le regole della classe, quando se ne ravvede la necessità.
3. Spesso è necessario spiegare chiaramente agli alunni disattenti/iperattivi quali sono i comportamenti adeguati e quali quelli inappropriati.
4. E’ molto importante far capire agli allievi impulsivi quali sono le conseguenze dei loro comportamenti positivi e quali quelle derivanti da azioni negative.
5. E’ più utile rinforzare i comportamenti positivi (stabiliti in precedenza), piuttosto che punire quelli negativi.
6. Sottolineare i comportamenti adeguati del bambino attraverso ampie ed evidenti gratificazioni.
7. Avere la possibilità, creativamente, di cambiare i rinforzi quando tendono a perdere d’efficacia.
8. Si raccomanda di non punire il bambino togliendo l’intervallo, perché il bambino iperattivo necessita di scaricare la tensione e di socializzare con i compagni.
9. Le punizioni severe, note scritte o sospensioni, non modificano il comportamento del bambino, se non in peggio.
10. E’ importante stabilire giornalmente o settimanalmente semplici obiettivi da raggiungere.
11. E’ utile informare spesso il bambino su come sta lavorando e come si sta comportando (feedback), soprattutto rispetto agli obiettivi da raggiungere.

Due cose da evitare: non creare situazioni di competizione durante lo svolgimento dei compiti con altri compagni e non focalizzarsi sul tempo di esecuzione dei compiti, ma sulla qualità del lavoro svolto (anche se questo può risultare inferiore a quello dei compagni).
E due da non dimenticare: occorre utilizzare i punti forti ed eludere il più possibile i lati deboli del bambino: ad esempio, se dimostra difficoltà fine-motorie, ma ha buone abilità linguistiche, può essere utile favorire l’espressione orale, quando è possibile sostituirla a quella scritta. La seconda: bisogna enfatizzare i lati positivi del comportamento quali la creatività, l’affettuosità, l’estroversione.

(Fonte: autismoeamore.com).

lunedì 2 agosto 2010

Oggi vi segnalo una importantissima risorsa!!! Spesso sia noi insegnanti sia i genitori ricerchiamo informazioni precise o consigli su determinate patologie (o disabilità) di cui sono affetti i nostri alunni o figli... Una di queste è rappresentata dall'Agenesia del corpo calloso (ACC) che indica la mancanza congenita, totale o parziale, nel cervello, dei ponti di collegamento (commissure) tra l'emisfero destro e quello sinistro del cervello, che servono, tra le altre cose, al passaggio interemisferico delle informazioni.
Vi consiglio di vedere il video e visitare questi siti per ulteriori informazioni:
www.agenesiacorpocallo.org
ilnostropiccoloraggiodisole.blogspot.com (blog di una mamma che ha il proprio figlio con ACC).

domenica 1 agosto 2010

Non sempre siamo preparati ad eventi critici come le crisi epilettiche... questo video riassume in poche parole cosa fare se un bambino in classe ( o in qualunque altro luogo) ha una crisi epilettica:

Spesso capita di trovarci in situazioni non semplici... come nel caso della presenza di un bambino epilettico in classe. Oltre a soccorere il bambino, la preoccupazione va anche verso gli altri che assistono alla crisi... Come preparare i bambini per non farli spaventare??? Una favola ci potrebbe aiutare...

sabato 31 luglio 2010

Un corso di formazione sulla Dislessia attraverso la visione di 10 video in italiano e prodotte dalla Eagle Hill School Outreach.
Le problematiche dei DSA vengono presentate attraverso una modalità semplice e chiara, utile sia ai docenti sia ai genitori.
I 10 documentari, oltre a far conoscere come i bambini e ragazzi interessati da questo problema vivono la realtà scolastica ed il mondo delle loro relazioni, offrono diversi spunti operativi e suggerimenti di estremo interesse per gli insegnanti e per la pratica didattica.




















(Fonte:www.robertosconocchini.it)

mercoledì 28 luglio 2010


Navigando su internet ho trovato un sito di sussidi didattici indicato per gli studenti degli ultimi due anni della primaria e della secondaria di I grado (utile anche per i soggetti in situazione di handicap), con giochi ed esercizi sulla grammatica, sulla geografia, sulla storia con le affascinanti linee del tempo e sulla matematica.
Il sito offre anche i "Libri Parlanti", un pacchetto di software per presentazioni multimediali anche interattive, munito di lettore vocale e di librerie interne di contenuti. E' di libero utilizzo per fini didattici e non necessita di installazione. Si coordina col "verificheMachine" che è un programma molto versatile, permette di preparare verifiche interattive a riposta chiusa (del tipo vero/ falso, a scelta multipla o miste) in modo semplice e ampiamente personalizzabile. Le verifiche predisposte verranno successivamente svolte dagli alunni con il programma Verifiche, associato a verificheMachine.

Nel contempo, verificheMachine consente di far precedere alla prova una spiegazione o una lettura, semplicemente inserendo nella verifica una lezione preventiva, scegliendo tra diversi formati: filmati Flash, file audio, video, pagine web, file di testo con immagini, presentazioni in Powerpoint. Inoltre ogni domanda può essere accompagnata da un'immagine o un filmato Flash (con o senza didascalia) e da un suggerimento... Clicca qui per vedere e provare questa risorsa.

martedì 27 luglio 2010

Sono dedicate ai bambini della scuola dell'infanzia queste attività di pregrafismo, propedeutiche all'apprendimento della matematica e finalizzate al riconoscimento dei numeri. Sono schede in lingua inglese ma comunque utilizzabili...
(Fonte: www.robertosconocchini.it).

martedì 6 luglio 2010

Oggi conoscere una seconda lingua è fondamentale, soprattutto l’inglese... Ovunque andiamo, troviamo parole scritte in Inglese, sia su internet, sia nei negozi, sia nei bar e ristoranti, insomma in qualunque luogo pubblico. Questo perché l’inglese è diventata una lingua internazionale, e conoscerla è quasi obbligatorio.

Quanti di noi hanno il desiderio di voler imparare una lingua velocemente? Oggi vi presento una soluzione OnLine WordSteps.

WordSteps ci fornisce una serie di dizionari che sono stati creati da istruttori specializzati e che contengono le parole più importanti, le parole principali che sono necessarie per comprendere una lingua straniera. WordSteps è una sorta di “istruttore” OnLine, infatti oltre a presentarci parole di vario genere ci da la possibilità di creare un nostro vocabolario personalizzato in cui poter inserire le parole che riteniamo più complesse o che ancora non abbiamo imparato.

WordSteps presenta le parole più utilizzate, in una lingua ragruppate per categoria (Arte, cultura, città, stile di vita, casa, hobby, educazione, sport, ecc.) ma anche per complessità, per le più facili da memorizzare, o anche per quelle più quotate. WordSteps è un sito in inglese, ma i vocabolari che possiamo scegliere, o meglio le lingue che possiamo decidere di imparare sono: Inglese, Italiano, Francese, Spagnolo, Russo, Cinese, Tedesco, Giapponese e Portoghese.

Questo sito rappresenta un importante risorsa didattica online, poca adatta per i bambini della scuola primaria, ma utile soprattutto per i ragazzi e gli adulti, insegnanti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...